Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu

Pubblicato da il 15 Gen 2017 in Articoli | 0 commenti

Bambini imparate a fare le cose difficili!

Bambini imparate a fare le cose difficili!

 

A un certo punto della nostra storia fulgida e sovversiva è apparsa Edicola 518. Una specie di folgorazione di quattro metri quadrati, che abbiamo recuperato e ripensato come fosse un cubo nero, come qualcosa che somigliasse al nostro cubo sollevato dalla leva, ispirato da Joseph Beuys. Contemporaneamente sono arrivate le locandine da edicola, gli strilli di un tempo, incorniciati in quella forma metallica straordinaria capace di dialogare con passante, in grado di incuriosirlo con efferatezze e rocamboleschi titoli acchiappalettori.
Come un’anticipazione estetica, l’ultima copertina di Emergenze aveva uno stile ispirato fortemente dall’idea di locandina popolare, con un contenuto stile Emergenze, potente e lieve nello stesso tempo. Poetico. Non per un caso la nostra prima locandina apparsa al fianco dell’Edicola 518 è stata tratta dalla copertina di Emergenze numeroquattro in bianco e nero. Oggi abbiamo un buon repertorio di locandine. Le ultime due sono addiritttura diventate poster in vendita e hanno avuto un successo enorme. Le precedenti sono contenuto nei diari fotografici di turisti da tutto il mondo che si sono soffermati a fotografare questi pezzi d’arte.
L’ultima nostra produzione, che dà anche il titolo a questo pezzo, è una poesia di Gianni Rodari. Bellissima. Radici nel terreno della cultura. Si tratta di una delle poesie che citava Tullio De Mauro, recentemente scomparso. Per ricordarlo noi di Emergenze avevamo pubblicato questi versi. Che poi, nella loro meraviglia fertile, hanno ispirato la locandina e quindi il poster.

La bimba sceglie di fare cose straordinarie.

Prima di natale avevamo esposto e poi messo in vendita questa prodezza grafico-letteraria, dedicata alla lotta, a chi non molla. Dedicata anche all’amicizia che ci tiene insieme e ci sostiene nei momenti difficili. In quelli facili tutto è relativo…

Militante della bellezza

Quattro metri quadrati di spazio infinito: sublime.

#Poetry #art

Questa locandina per le raffiche di poesia e teatro, contiene una sana e pura anticipazione estetica.

Il miracolo

Questa la primissima locandina.

La fierezza del bimbo alla scoperta del mondo.

Le tante locandine prodotte, a partire dalla copertina di Emergenze numeroquattro, sono state realizzate da Giulia Cipriani, che ha continuato il suo percorso grafico-narrativo attraverso tutte le comunicazioni e suggestioni che abbiamo fatto esplodere nell’Edicola 518.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *